Cadlog e IIT: una partnership per l'eccellenza italiana

Cadlog e IIT: una partnership per l'eccellenza italiana

Cadlog e l'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) hanno stretto una partnership finalizzata a rendere sempre più competitiva l'industria elettronica del nostro Paese

Innovazione.

iit cadlog

Cadlog e IIT hanno stretto una partnership finalizzata a rendere sempre più competitiva l'industria elettronica del nostro Paese, tramite la dotazione di strumenti e metodologie al passo con le evoluzioni più promettenti del mercato globale.

L'IIT già svolge un ruolo di traino e di stimolo, nei confronti dell'elettronica italiana, configurandosi come un punto di riferimento nel campo della robotica a livello internazionale. In questa tematica confuliscono i risultati di un’incessante attività di ricerca che copre ogni area dello sviluppo tecnologico legato all'elettronica.

Cadlog è oggi il più grande system integrator italiano nel settore elettronico – distributore per il Sud Europa di prodotti Mentor Graphics, PTC a Altia - con la più vasta conoscenza dei software che supportano ogni aspetto della progettazione e della produzione dei nuovi dispositivi.

I rispettivi team di lavoro si sono confrontati sugli strumenti più adeguati per le attività di ricerca avanzata dell'Istituto. Tali strumenti costituiscono oggi anche la dotazione tipica delle aziende più attive oltreconfine, nei seguenti ambiti di progettazione:

  • PCB Layout
  • Strumenti di simulazione e sintesi FPGA/ASIC
  • Simulazione Signal/Power integrity
  • Collaborazione ecad-mcad
  • Analisi meccanica
  • Simulazione termica e fluidodinamica

In tali ambiti sono oggi presenti sul mercato strumenti particolarmente sofisticati, che Cadlog metterà a disposizione dell'IIT, per consentirgli di lavorare in modo sempre più veloce, preciso ed economico a progetti di risonanza internazionale legati alla robotica  che mirano allo sviluppo di tecnologie costruite intorno all’uomo ed ispirate alla natura, volte al miglioramento delle condizioni di vita di ognuno.

La notizia da non trascurare è che le industrie italiane sono già preparate ad adottare tali metodologie all'avanguardia, per portare nel modo migliore, sul mercato internazionale, la propria eccellenza.

Potrebbe interessarti anche