Premiate le tecnologie aptiche sviluppate da IIT e Università di Pisa

Premiate le tecnologie aptiche sviluppate da IIT e Università di Pisa

Alessandro Altobelli, che ha conseguito il dottorato in ingegneria robotica presso IIT e Centro di Ricerca E. Piaggio dell’Università di Pisa, è il vincitore del premio 2015 per la miglior tesi di dottorato assegnato dalla EuroHaptics Society (EHS). 

Robotica.

Tripod

La EuroHaptics Society ha da poco assegnato il premio per la migliore tesi di dottorato del 2015 ad Alessandro Altobelli, che ha lavorato sotto la supervisione di Antonio Bicchi tra Genova e Pisa. Alessandro ha sviluppato dei nuovi strumenti (a forma di tripode) per studiare il controllo e la coordinazione dei muscoli della mano nelle prese a tre dita di oggetti di diversa rigidezza e deformabilità.

I risultati rappresentano un passo avanti nella conoscenza delle sinergie alla base del controllo motorio nella mano umana. Fino a questo momento infatti, la ricerca sui dispositivi aptici si era concentrata sulle prese a due dita di oggetti rigidi. I tripodi realizzati da Altobelli possiedono tre punti di contatto la cui pressione è regolabile, e permettono quindi di simulare oggetti di rigidezza variabile. La misura della distrubuzione di forze e torsioni sulle tre dita che impugnano il tripode è stata ottenuta monitorando, tramite elettromiografia, i muscoli antagonisti sull’avambraccio.

Questo tipo di dispositivi potrà essere impiegato sia per migliorare l’interazione tra macchina e essere umano, ad esempio nel caso di arti protesici, sia per stabilire il grado di avanzamento delle procedure di riabilitazione in persone con disabilità motorie.

Per approfondimenti

Tesi di dottorato: Development and validation of haptic devices for studies on human grasp and rehabilitation. Autore: A. Altobelli.

22nd Mediterranean Conference of Control and Automation, 2014, 346 - 350, Three- digit grasp haptic device with variable contact stiffness for rehabilitation and human grasping studies. Autori: A. Altobelli, M. Bianchi, A. Serio, G. Baud-Bovy, M. Gabiccini, A. Bicchi. 

 

Potrebbe interessarti anche